Russia: ulteriori restrizioni commerciali per beni di lusso e prodotti siderurgici

Nella serie di sanzioni che l’UE ha applicato nei confronti della Russia per le sue azioni destabilizzanti in Ucraina, vengono da ultimo colpiti beni eterogenei e fortemente impattanti per le imprese italiane operanti con l’estero (tra cui vini, profumi, pelletteria, abbigliamento, calzature, tappeti, orologi, articoli e attrezzature per sport).

In specie, il Regolamento UE 428/2022 del 15 marzo 2022, che modifica il Regolamento 833/2014, aggiunge l’art. 3 nonies, introducendo il divieto di …Leggi tutto

Origine non preferenziale da dichiarare nelle cessioni intra-UE dal 1° gennaio 2022

A ridosso delle trascorse festività natalizie, l’Agenzia Dogane Monopoli, di concerto con l’Agenzia delle Entrate e d’intesa con l’Istituto Nazionale di Statistica, ha pubblicato  la determinazione prot. n. 493869, avente ad oggetto le misure di semplificazione degli obblighi comunicativi dei contribuenti circa gli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie (INTRASTAT)
Tra le altre novità , nasce l’obbligo di dichiarare il Paese di origine non preferenziale (cd. “made in”), determinato in base alla …Leggi tutto

Novità nella Nomenclatura Combinata dal 1° Gennaio 2022

In Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 385 del 29/10/2021 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) n.1832 della Commissione del 12/10/2021, che modifica l’allegato I del Regolamento (CEE) n.2658/87 relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica e alla tariffa doganale comune.
La Nomenclatura Combinata di cui al suddetto Regolamento 2021/1832 si applica dal 1° Gennaio 2022.
A questo link è possibile scaricare l’informativa dell’ADM, e:
– l’elenco dei codici NC …Leggi tutto

Novità per le esportazioni in Egitto dal 1° ottobre

Dagli albori della storia alla blockchain…è un attimo.
Dal 1° ottobre gli esportatori di spedizioni destinate all’Egitto dovranno utilizzare il nuovo sistema delle dogane ACI Advance Cargo Information System, registrandosi, almeno 48 ore prima della partenza spedizione, sulla piattaforma blockchain Cargo X .
L’obiettivo del nuovo sistema è proteggere i cittadini egiziani da merci non identificate o di origine non identificata, ridurre tempi e costo di rilascio merce e utilizzare dati e …Leggi tutto

Procedure di rilascio dei certificati di circolazione EUR1, EUR-MED, ATR

L’Agenzia Dogane Monopoli ha pubblicato la circolare n. 42/2020, prorogando nuovamente la procedura di rilascio dei certificati EUR1, EUR-MED e ATR previdimati dal 31 Ottobre 2020 al 31 Gennaio 2021.
L’ADM ha anche sviluppato una procedura per la digitalizzazione del processo di richiesta degli EUR1, EUR-MED, ATR, disponibile in via facoltativa e sperimentale dal 10 Novembre 2020, che diverrà obbligatoria dal 19 Gennaio 2021.
Essere operatori qualificati e d’esperienza significa riuscire a …Leggi tutto

Accordo di Libero Scambio tra Unione Europea e Vietnam

In tempi di forti solleciti protezionisti, arriva un segno forte e chiaro della necessità reciproca di respirare libero commercio: dal 12 giugno 2020 è in Gazzetta Ufficiale l’Accordo tra UE e Repubblica socialista del Vietnam.
L’Accordo entrerà in vigore dal 1° agosto…e nel frattempo?
L’azienda esportatrice deve avere presenti almeno tre elementi per dichiarare legittimamente l’origine preferenziale del prodotto e offrire al cliente vietnamita l’importazione in abbattimento daziario…
Doganalista Barbara Satulli
Cosa fare per …Leggi tutto

Il mercurio: composti, miscele e prodotti

 

Dal 1° gennaio 2018 è in vigore il Reg. UE 852/2017 recante misure per gestire le emissioni e i rischi associati all’esposizione di mercurio.

Il mercurio è una sostanza molto tossica per la salute umana che costituisce una minaccia per gli ecosistemi e la fauna selvatica.

Tra il 40% e l’80% dei depositi di mercurio nell’Unione proviene da aree fuori confine, il legislatore unionale ha ritenuto dunque di imporre delle restrizioni al commercio e all’attività di estrazione, trasformazione, uso di mercurio in prodotti / processi industriali, e alla gestione dei rifiuti di mercurio.

Leggi tutto

Tre questioni da non sottovalutare se esporti in Giappone con il REX

Da oggi, 1° febbraio 2019, entra in vigore l’Accordo di Partenariato Economico tra Unione Europea UE e Giappone, con disposizioni favorevoli per l’accesso dei prodotti europei a un mercato di notevoli dimensioni.

Data la risonanza economica dell’Accordo, che porterà a sopprimere i dazi di ingresso dei prodotti europei sul mercato nipponico progressivamente fino al 99%, è utile far luce su alcuni punti di interesse per le imprese, già operanti sui mercati esteri o che volessero comunque affacciarsi sul mercato giapponese.

Leggi tutto

L’Origine della merce

 

Nulla è scontato

 

Per essere un’azienda seria e compliant dal punto di vista doganale, dopo aver individuato l’esatta classificazione doganale del prodotto in importazione o in esportazione, è necessario completare il proprio “autoritratto” individuando l’esatta origine della merce.

Infatti la corretta gestione aziendale della tracciatura dei flussi di acquisto, produzione e commercializzazione ha un riflesso immediato sulle potenzialità dei prodotti che si affacciano sui mercati esteri rispetto all’Unione Europea.

 

L’Origine della merce: il Giano bifronte sui mercati esteri

 

L’origine è una leva importante e imprescindibile per far presa e sfruttare in modo intelligente i mercati esteri di destinazione.

Gli aspetti per cui vale la pena di sfruttarla come punto di vantaggio sono in sostanza due, proprio come le tipologie di origine che si possono definire per il prodotto.

Leggi tutto

Il Gruppo IVA in Dogana

Il 24 dicembre un comunicato congiunto dell’Agenzia Dogane Monopoli e dell’Agenzia delle Entrate ha delucidato gli aspetti doganali del nuovo soggetto passivo di imposta collettivo: il Gruppo IVA.

Questo soggetto, stabilito nel territorio dello Stato ed esercitante attività di impresa, arte o professione, ha la caratteristica di riunire più soggetti per i vincoli finanziario, economico e organizzativo di cui all’art. 70-ter D.P.R 633/1972.

A seguito della nascita del Gruppo IVA, si forma un nuovo soggetto d’imposta con proprio numero di partita IVA, da riportare nelle dichiarazioni e comunicazioni relative all’IVA.

Le partite IVA dei soggetti partecipanti vengono così associate alla partita IVA del Gruppo ma non vengono cessate né sospese.

Leggi tutto